Concerti nella natura

Posted by on Aug 19, 2016 in Uncategorized |

L’estate è il momento dell’anno in cui gli amanti della natura possono riscoprire il contatto con i luoghi più belli d’Italia, panorami davanti ai quali riscoprire la bellezza del nostro Paese e ritemprare l’anima dalle tante brutture che invece si vedono ogni giorno nelle nostre città. Pensate inoltre a quale sublime sintesi si possa ottenere quando alla meraviglia di un paesaggio si unisce anche la sinfonia di una musica. Questo devono aver pensato gli organizzatori di “Gran Sasso in musica.

Spettacolo è natura”, un evento che prevede l’esecuzione di tre concerti in altrettanti suggestivi scenari del Parco del Gran Sasso-Monti della Laga. Nello specifico, le location saranno: sabato 13 la Cona di San Sebastiano, piccola cappella che si trova ad Isola del Gran Sasso; domenica 14 agosto il piazzale Amorocchi di Prati di Tivo e infine lunedì 15 agosto, ferragosto, l’Abbazia di Santa Maria di Ronzano di Castel Castagna. Ad esibirsi, a partire dalle ore 18:30 fino al calar del sole, quindi in un momento di particolare magia e atmosfera, sarà l’ensemble di fiati del conservatorio “G. Braga” di Teramo. Il repertorio previsto è decisamente variegato: si potranno infatti ascoltare alcune delle colonne sonore più belle composte da Ennio Morricone, insieme a quelle de “I Pirati dei Caraibi” e dei film di James Bond, ma anche canzoni degli Abba Gold, e il brano di Shostakovich noto come “The second Waltz”. Ad ideare questa manifestazione sono stati, di comune accordo, L’Ente Parco del Gran Sasso-Monti della Laga e la Provincia di Teramo, ed il presidente del Conservatorio Braga, Sergio Quirino Valente, ha subito risposto con grande entusiasmo. Alla presentazione in conferenza stampa di “Gran Sasso in musica. Spettacolo è natura”, il presidente dell’Ente Parco Gran Sasso-Monti della Laga Tommaso Navarra ha spiegato da cosa sia nata la volontà di unire due realtà così apparentemente lontane, come un concerto musicale e i paesaggi montani. Navarra ha spiegato come questa prima edizione della kermesse voglia essere una sorta di prova per verificare fino a che punto sia possibile valorizzare ulteriormente le bellezze naturalistiche unendole anche alla cultura e all’arte, dando vita ad una nuova forma di intrattenimento che sia in grado di soddisfare diverse esigenze. C’è anche un altro dichiarato intento, che ha animato soprattutto la Provincia di Teramo, ed è quello di sensibilizzare il pubblico nei confronti del massimo rispetto per l’ambiente montano in generale, e più nello specifico in quella delicata operazione che è la raccolta dei funghi. Molto spesso gli appassionati che vanno alla ricerca dei funghi, armati di tanta buona volontà ma forse di poca esperienza, finiscono per mettere a repentaglio la propria incolumità, e per danneggiare l’habitat in cui i deliziosi miceti prosperano. Il rispetto per gli ambienti naturali è essenziale affinchè il Parco possa continuare a svolgere il suo lavoro: vivere la montagna anche da una prospettiva diversa, ad esempio seguendo le note delle musiche più belle contemporanee e moderne, può essere anche un modo per comprenderla meglio. Ad arricchire ulteriormente la manifestazione concorrerà anche la grande fiera tradizionale che nelle giornate del 14 e del 15 agosto si svolgerà nel territorio circostante. Quindi sarà possibile unire paesaggio, musica, tradizioni e folclore, e l’immancabile enogastronomia, in un evento che permetterà a tutti coloro che potranno partecipare di conoscere il territorio abruzzese, e in particolar modo quello che si stende ai piedi del Gran Sasso, davvero a 360 gradi, e da un punto di vista privilegiato.

Read More

I Concerti in Italia del 2017

Posted by on Aug 15, 2016 in Uncategorized |

Il 2017 sarà sicuramente l’anno dei concerti di musica Rock in Italia, in quanto già sono previste diverse date di alcune tra le rock band più famose al mondo. Già questo anno abbiamo visto come la musica Pop abbia spopolato tra i giovani e i grandi in alcune tra le principali città italiane. I Coldplay, Rihanna i The Cure sono tutti artisti che nel 2016 si sono esibiti (o si esibiranno), attirando migliaia di fan da tutto il Bel Paese.

I Guns N’ Roses e uno loro concerto in Italia è molto quotato, in quanto da diversi anni si esibiscono in tour per l’Europa e nel prossimo sarà possibile vederli in Italia, magari in qualche stadio. Tra le altre cose, essi sono stati recentemente protagonisti di un gioco di slot online (disponibile sul sito www.richslots.it), proprio intitolata Guns N’ Roses.

I Pearl Jam invece hanno disdetto il tour del 2016 e molto probabilmente si riproporranno per il prossimo anno: non sarà difficile aspettarsi una tappa anche in Italia, dato che centinaia di migliaia di fan sono italiani.

Gli U2 invece negli ultimi 3 anni stanno continuando le loro tournée nei palazzetti indoor, ma non sarà difficile aspettarsi anche una loro esibizione presso uno stadio all’aperto, dato il gran numero di fan che li seguono in giro per il mondo.

Gli Aerosmith, che già si sono esibiti a Milano 2 anni fa, ritorneranno nel 2017 con il loro ultimo tour e noi potremo aspettarci un loro spettacolo anche qui in Italia, visto il pienone che hanno fatto nel 2014.

Al Lucca Summer Festival del 2017, per il ventennale, ci saranno tantissimi artisti e probabilmente anche Paul McCartney sarà uno tra questi. Doveva già venire questo anno, ma purtroppo ha disdetto tutto.

Anche i Bon Jovi e i Radiohead potrebbero interessarsi all’Italia nel loro prossimo tour, magari facendo un concerto in uno stadio italiano nel 2017. In particolare i primi hanno di recente pubblicato un album e non resta altro che aspettare l’ufficializzazione del prossimo giro europeo.

Altre due band che hanno fatto la storia negli anni 2000 e fatto sognare tantissimi adolescenti potrebbero tornare in Italia nel 2017: stiamo parlando dei Blink 182 e dei Green Day, i quali stanno preparando delle nuove line-up per dei concerti Rock in giro per il mondo.

I Metallica e gli Avenged Sevenfold sono invece attesissimi nei principali stadi mondiali per dei concerti Metal per presentare dei nuovi album.

Ci sono tante altre band quotatissime per una tappa in Italia e forse anche noi abbiamo esagerato con i nomi. Ci piace sognare e dunque abbiamo tirato un po’ ad indovinare quali saranno le rock band più conosciute al mondo che potrebbero esibirsi in Italia il prossimo anno, a seconda dei loro nuovi album o da quanto tempo non appaiono in pubblico. Alcune di queste band potranno fare i loro concerti soltanto nei luoghi o stadi più grandi, visti le decine, se non centinaia, di migliaia di fan che vorrebbero accaparrarsi un posto per ascoltarle. Anche noi speriamo che tutto ciò non rimanga solo un sogno e che presto tutte le date delle nostre band preferite vengano pubblicate sui siti ufficiali, con tutti i prezzi e i luoghi disponibili. Visto la grande mole di richiesta, consigliamo di comprare il prima possibile i tickets, anche online, dal giorno in cui usciranno.

Read More

Pompei Extra Moenia Festival 2016

Posted by on Aug 10, 2016 in Uncategorized |

Uno dei siti archeologici più suggestivi al mondo è sicuramente quello della città di Pompei, la quale nel 79 d.C. venne investita dalla terribile eruzione del Vesuvio e da allora è stata congelata nel tempo. Per via di un evento tragico Pompei è dunque diventata un centro culturale di risonanza internazionale, e la città promuove frequentemente eventi e manifestazioni che sottolineano la sua vocazione artistica. Nel mese di settembre 2016 si svolgerà per la prima volta il Pompei Extra Moenia Festival, che intende unire la storia e l’archeologia con una delle più alte forme d’arte che l’uomo conosca, la musica. Questo evento viene organizzato dall’associazione Le Sfuriate che intende promuovere attività volte a creare un nuovo linguaggio di comunicazione universale, e la musica appare il mezzo per eccellenza per ottenere tale scopo. Il Festival si svolge in Piazza Esedra, a Pompei, presso Porta Marina Inferiore, e per l’edizione di quest’anno le date previste sono il 3 e il 4 del mese di settembre. Il programma 2016 vedrà salire sul palco sabato 3 settembre i gruppi Sula Ventrebianco, Appaloosa e Marlene Kuntz; domenica 4 settembre Polina, Perdurabo feat Jörg Wahner (Apparat) e Almamegretta.

Gli artisti di maggior richiamo sono sicuramente i Marlene Kuntz e gli Almamegretta, ma anche gli altri musicisti si stanno facendo conoscere nel panorama nazionale ed internazionale. I concerti sono aperti a tutti e completamente gratuiti. Ma il Pompei Extra Moeinia Festival è anche molto più di questo: l’area archeologica degli scavi di Pompei, per tutta la durata della manifestazione, resterà aperta al pubblico gratuitamente, e inoltre verranno organizzati workshop, convegni e dibattiti. Il tema sarà sempre la musica come punto d’incontro, come nuovo alfabeto capace di coniugare le diversità e farle colloquiare fra di loro. La singolare unione delle nuove sonorità composte dai gruppi emergenti e dell’antico sito archeologico crea uno scenario davvero unico e ricco di spunti.

Ai visitatori viene offerta la possibilità di conoscere i due volti di Pompei, e l’organizzazione si preoccupa anche di fornire una lista completa delle strutture ricettive convenzionate con il festival che offriranno prezzi speciali per coloro che giungono in città per partecipare al Pompei Extra Moenia Festival. All’organizzazione dell’evento ha dato il suo sostegno anche l’amministrazione comunale di Pompei. Gli scavi archeologici negli anni passati hanno fatto da suggestivo scenario ad alcuni dei concerti live più emozionanti di sempre: qui si sono esibite star del calibro di Elton John e David Gilmour. Ma ancora più interessante appare questo festival, che permette ad artisti italiani di dare libero sfogo alla propria creatività e alla propria musica in una location di eccezione.

I Marlene Kuntz suoneranno sul palco il loro alternative rock che già negli scorsi anni ha portato loro grandi successi: dal 1989, quando si è formata la band, fino ad oggi, hanno inciso molti dischi e animato numerosi concerti. La loro ultima apparizione è stata al Concerto del Primo Maggio a Roma. Gli Almamegretta miscelano alternative rock, dub e le canzoni napoletane, visto che il gruppo è partenopeo e, per certi versi, si potrebbe dire che “gioca in casa” qui a Pompei. Insieme a questi due gruppi ormai istituzionali, i Sula Ventrebianco, gli Appaloosa, i Polina e i Perdurabo, a partire dalle ore 22:00, scalderanno per due giorni la piazza Esedra di Pompei, dimostrando come la cultura abbia molte forme, e come esse possano convivere dando vita a qualcosa di unico.

Read More

Share This

Share this with your friends!